Come creare un'esperienza di e-commerce semplice e veloce - Google Digital Training
Concetti di base del marketing digitale: modulo 25/26

1. Come creare un'esperienza di e-commerce semplice e veloce

Aggiungi al mio piano di studi
Rimuovi dal mio piano di studi
Condividi:
Twitter
Facebook
LinkedIn

Sei sulla buona strada.

Continua il percorso con altri tutorial gratuiti.

{[ ((lesson.showTranscript) ? 'Nascondi' : 'Mostra trascrizione') ]}


Ciao.

Dunque, hai cominciato a vendere online e i clienti stanno facendo acquisti direttamente sul tuo sito web. Fantastico. Ma i tuoi clienti sono davvero soddisfatti? L'esperienza di acquisto e la procedura di pagamento sono semplici e senza intoppi?

Vediamo come l'analisi può aiutarti a migliorare ulteriormente l'esperienza di e-commerce dei tuoi clienti. Capiremo quindi come ottimizzare il sito per la fruizione su diversi dispositivi, come migliorare navigazione e ricerca, come perfezionare le pagine dei prodotti e, infine, come utilizzare gli account dei clienti per semplificare la procedura di pagamento.
Il primo passo per ottimizzare l'esperienza di e-commerce è assicurarsi che la procedura di acquisto sia semplice e accessibile su tutti i dispositivi utilizzabili dai clienti. Al giorno d'oggi, questo significa considerare non solo i PC e i laptop.

Diciamo che, analizzando i dati, ti accorgi che molte persone visitano il tuo sito dai propri dispositivi mobili, ma raramente effettuano un acquisto. Questo potrebbe significare che gli acquirenti che utilizzano smartphone o tablet non siano in grado di vedere le pagine dei prodotti o che trovino difficoltosa la procedura di pagamento. Devi quindi rimboccarti le maniche.

Un'ottima soluzione è usare il "responsive design" per il tuo sito web. Questo tipo di progettazione si adatta alle diverse dimensioni degli schermi. Se invece vuoi garantire un'esperienza di acquisto ottimale su smartphone, potresti persino creare un sito web mobile dedicato.
OK, adesso sei a posto su tutti i tipi di dispositivi. Ecco un'altra opportunità per migliorare l'esperienza di acquisto. Supponiamo che le tue analisi ti mostrino che tante persone visitano la tua home page, ma poi non procedono alla visualizzazione dei prodotti.

In questo caso, potresti rendere più semplice per i tuoi visitatori trovare ciò che cercano. Tutto comincia con la navigazione, che i tuoi clienti devono poter comprendere e utilizzare senza problemi. Utilizzerai quindi categorie e sottocategorie per organizzare il tuo inventario.
Mettiamo che tu sia un mobiliere. Potresti cominciare con categorie più ampie, riferite, ad esempio, alle diverse stanze di una casa. Potresti poi aggiungere sottocategorie di arredi, come "strutture letto" o "scrivanie" o "tavoli da pranzo".
Qual è dunque il modo migliore di procedere? Semplice! Quello che piace di più ai tuoi clienti. Puoi effettuare test formali, per vedere come i tuoi visitatori reagiscono alle diverse soluzioni, o puoi semplicemente chiedere ad amici, parenti e persone di cui ti fidi cosa preferiscono.
Non importa come organizzi la navigazione del tuo sito, ci sarà sempre chi preferisce cercare qualcosa di specifico invece di passare da una categoria o sottocategoria all'altra. Ecco perché la soluzione migliore è soddisfare entrambe le esigenze inserendo una funzione di ricerca sul tuo sito web.
Le tue pagine prodotto sono un altro modo eccellente per ottimizzare l'esperienza di acquisto. Cosa puoi fare se tante persone visitano le tue pagine prodotto, ma non aggiungono alcun articolo al carrello?

Potresti aggiungere un video che mostra un artigiano al lavoro o una galleria di foto che ritraggono i prodotti da varie angolazioni, così da aiutare i clienti a esaminare più da vicino particolari oggetti d'arredo. Assicurati che le foto siano di qualità professionale e si carichino velocemente.

Puoi anche aggiungere descrizioni accattivanti e fornire misure e dettagli precisi: qualunque cosa possa convincere i clienti a procedere all'acquisto.
L'ultimo argomento che affronteremo ora è come ottimizzare l'esperienza di e-commerce utilizzando gli account dei clienti.

Le analisi che hai condotto potrebbero rivelarti che i clienti scelgono dei prodotti, li aggiungono al carrello ma poi interrompono la procedura prima di completare l'acquisto. Incoraggiare i clienti a creare un account può semplificare il processo ed evitare che ciò si ripeta in futuro.

Quando un cliente completa un acquisto online, puoi fare in modo che le informazioni riguardanti la spedizione e la fatturazione vengano salvate nelle preferenze di pagamento di un account sul tuo sito. Questo renderà i futuri acquisti molto più semplici.
Se vuoi fare le cose davvero in grande, puoi anche utilizzare i precedenti acquisti o i prodotti visionati di recente per consigliare al cliente specifici oggetti a cui potrebbe essere interessato. Se ha appena acquistato un tavolo da pranzo potresti, per esempio, proporgli delle sedie da abbinare a quel design e a quel tipo di legno.

E, ovviamente, puoi sempre premiare la fedeltà dei tuoi clienti con offerte e sconti pensati appositamente per loro. Molte soluzioni per il carrello degli acquisti offrono queste funzionalità come impostazione predefinita.
In sintesi: l'ottimizzazione dell'e-commerce è un processo continuo che richiede un'esperienza uniforme su tutti i dispositivi, un'organizzazione del sito intelligente e una procedura di pagamento semplice e fluida che si avvalga di un account cliente.

Riuscirai così ad offrire ai clienti attuali e futuri il miglior servizio possibile.





Conferma dell'ordine

La fase finale della procedura di checkout in cui il cliente è informato che il suo ordine è stato accettato; la conferma viene di solito visualizzata sullo schermo durante la procedura di checkout e anche inviata al cliente tramite email. Esempio: "Dopo il completamento di un acquisto, l’acquirente riceve una conferma dell'ordine, sia su una pagina di destinazione sia tramite email ".

Acquisizione del traffico

Le attività volte ad attrarre visitatori (sovente detti "traffico") a siti web, app per dispositivi mobili e altri asset digitali. Esempio: "La mia strategia di acquisizione del traffico si incentra sul targeting di persone che hanno acquistato di recente case da ristrutturare".

CPC massimo

Il costo per clic (CPC), o prezzo di offerta, massimo è l'importo massimo che un inserzionista è disposto a pagare per un clic sul suo annuncio. Non si tratta necessariamente del costo che gli verrà addebitato: ad esempio, anche se il CPC massimo è € 1,25, un clic potrebbe costare solo € 1,04, a seconda di fattori legati alla concorrenza. Tuttavia, alzare l'offerta può aumentare le probabilità di ottenere una posizione superiore nella pagina dei risultati del motore di ricerca. Esempio: "Offrirò fino a € 2,25, ma questo è il mio CPC massimo; non posso spendere di più".

Pay-per-click

Una forma di pubblicità in cui gli inserzionisti pagano ogni volta che un utente fa clic sul loro annuncio. Esempio: "Ho deciso di ricorrere ad annunci pay-per-click per pubblicizzare i miei lavori di stucco veneziano".

Ritorno sull'investimento

Un calcolo che consente agli inserzionisti di stabilire se le loro campagne di marketing online sono redditizie. Una formula comune per calcolare il ritorno sull'investimento è la seguente: ritorno sull'investimento = (ricavo ottenuto dall'investimento – costo dell'investimento)/costo dell'investimento. Esempio: "Le vendite derivanti dalle nostre campagne di pubblicità display hanno prodotto un ritorno sull'investimento positivo questo trimestre".

Query di ricerca

La parola o la frase esatta che una persona digita in un motore di ricerca per trovare ciò che cerca. Può corrispondere o meno alle parole chiave scelte come target dagli inserzionisti. Esempio: "La query di ricerca "fotografo di nozze Milano" mi procura un ottimo rendimento ogni mese".

Backlink

Un collegamento entrante in una pagina o sito web proveniente da un'altra pagina o sito web. Esempio: "I post del nostro blog sono molto seguiti e contengono diverse informazioni utili, quindi abbiamo numerosi backlink ai post da altri siti web".

Codice coupon

Un particolare codice che una persona può utilizzare durante una procedura di checkout per ottenere uno sconto. I commercianti online offrono codici coupon per persuadere nuovi consumatori a completare un acquisto sul loro sito web oppure per invogliare i clienti di ritorno ad effettuare un altro acquisto. Esempio: "Le attività che offrono codici coupon spesso riescono a incrementare gli acquisti da parte degli acquirenti in cerca di un buon affare".

Ranking

La posizione di un'inserzione nella pagina dei risultati di un motore di ricerca. Esempio: "Con un po' di impegno, spero di portare il mio sito web al primo posto nel ranking dei motori di ricerca".

Prezzo di offerta

Il costo per clic (CPC), o prezzo di offerta, massimo è l'importo massimo che un inserzionista è disposto a pagare per un clic sul suo annuncio. Non si tratta necessariamente del costo che gli verrà addebitato: ad esempio, anche se il CPC massimo è € 1,25, un clic potrebbe costare solo € 1,04, a seconda di fattori legati alla concorrenza. Tuttavia, alzare l'offerta può aumentare le probabilità di ottenere una posizione superiore nella pagina dei risultati del motore di ricerca. Esempio: "Offrirò fino a € 2,25, ma questo è il mio prezzo di offerta massimo; non posso spendere di più".

Carrello degli acquisti

Una funzionalità dei negozi di e-commerce che consente ai visitatori di aggiungere a un ordine diversi prodotti e modificarli come desiderato durante una sessione di shopping. Esempio: "Un carrello degli acquisti è una funzionalità essenziale di un sito di e-commerce, perché consente agli utenti di esplorare comodamente il sito e acquistare più prodotti".

Contenuti duplicati

Contenuti simili o identici a quelli reperibili su un altro sito web. I motori di ricerca tendenzialmente ignorano i contenuti duplicati. Esempio: "Evitiamo i contenuti duplicati e investiamo invece in quelli originali".

Percentuale di clic

Il numero di volte che le persone fanno clic su un elemento che li interessa, come un annuncio, rapportato al numero di volte che gli utenti sono esposti a tale elemento. Esempio: "La percentuale di clic dei miei annunci sui servizi di decorazione degli esterni è il 2%, mentre quella degli annunci per la decorazione di interni è inferiore all'1%".

Checkout anonimo

Una procedura di checkout che consente all'utente di completare una transazione senza creare un account presso il commerciante online. Esempio: "Preferisco utilizzare il checkout anonimo quando faccio acquisti online, in modo da non dover perdere tempo per creare un account personale".

Crawler

Un programma concepito per scandagliare sistematicamente i contenuti su Internet e raccogliere informazioni per aiutare gli utenti a trovare ciò che cercano. Esempio: "I crawler aiutano il mio sito web a comparire nei motori di ricerca".

Contenuti

Il materiale digitale a disposizione degli utenti, come testi, video, audio, immagini e così via. Esempio: "Penso di aggiungere più contenuti grafici e video al mio sito per renderlo più interessante".

Estensioni annuncio

Informazioni aggiuntive opzionali che possono essere mostrate sotto un annuncio della rete di ricerca. Esempio: "Abbiamo aggiunto le estensioni sitelink ai nostri annunci, così i clienti hanno più possibilità di raggiungere il nostro sito con un clic".

URL

Acronimo di Uniform Resource Locator, l'indirizzo univoco di una pagina o di un contenuto digitale su Internet. Esempio: "Puoi accedere al mio sito web digitandone l'URL nel browser".

Costo per clic (CPC) effettivo

L'importo effettivo che un'attività paga al motore di ricerca quando un utente fa clic sui suoi annunci. L'attività stabilisce un CPC massimo, ovvero l'importo massimo che è disposta a pagare, ma l'importo effettivo può variare a seconda del numero e della pertinenza degli altri annunci nell'asta. La formula per calcolare il CPC effettivo varia leggermente da un motore di ricerca all'altro, ma in generale equivale alla seguente: (ranking dell'annuncio da superare ÷ punteggio di qualità) + € 0,01. Vediamo un esempio. Il tuo concorrente, Foto di nozze Wanda, ha il ranking dell'annuncio migliore (si tratta del ranking da superare della formula), ovvero 12. Questo valore deve essere diviso per il tuo punteggio di qualità. Supponiamo che il tuo punteggio sia 9 su 10. Il tuo costo per clic effettivo sarà (12/9) + € 0,01, ovvero € 1,34. Esempio: "Sono disposto a offrire fino a € 1,75 per l'annuncio delle foto di nozze, ma fortunatamente il mio CPC effettivo è solo € 1,60".

Contenuti generati dagli utenti

Contenuti creati dagli utenti di una piattaforma, come video, commenti o post. Esempio: "La maggior parte dei social network si basa su contenuti generati dagli utenti, che vengono pubblicati e condivisi".

Motore per suggerimenti di prodotti

Software che suggerisce determinati prodotti sulla base delle informazioni disponibili. Esempio: "Il motore per suggerimenti di prodotti del nostro sito di arredamenti su misura suggerisce le sedie abbinabili a ciascun tavolo e scrivania".

Gateway di pagamento

Un fornitore di servizi che autorizza pagamenti effettuati online con mezzi quali carte di credito e di debito. I gateway di pagamento consentono ai commercianti di accettare pagamenti online per i loro prodotti e servizi. Esempio: "I gateway di pagamento consentono ai clienti di fare acquisti con una carta di debito o di credito semplicemente premendo un pulsante".

Indice

Un catalogo ricercabile di pagine web e contenuti digitali utilizzati da un motore di ricerca per fornire risultati pertinenti. Esempio: "Prima che il mio sito fosse incluso nell'indice del motore di ricerca, non compariva nei risultati delle ricerche relative ai trompe l'oeuil".

Inventario

L'elenco completo delle scorte di prodotti da vendere detenute da un commerciante online e il rispettivo valore. Esempio: "Le pagine dei prodotti ben strutturate e organizzate sono un modo dinamico per esporre l'inventario del commerciante".

Account commerciante

Un account che un commerciante online detiene presso un istituto finanziario, come una banca o un gateway di pagamento; tale account è regolato da un contratto che autorizza il commerciante ad accettare carte di credito e di debito e altre forme di pagamento comuni sui siti di e-commerce. Esempio: "Le attività di e-commerce necessitano di un account commerciante presso fornitori di servizi di pagamento per poter accettare pagamenti online e gestire le transazioni finanziarie".

Tasso di conversione

Il rapporto tra visite e conversioni, spesso utilizzato per misurare il rendimento delle iniziative digitali. Esempio: "I tassi di conversione possono essere migliorati con campagne pubblicitarie che portino i visitatori al negozio online".

Lifetime value cliente (CLV)

Il valore che un cliente può apportare a un'azienda durante l'intero corso della relazione tra di loro, rispetto al valore basato su una sola transazione. Esempio: "Il lifetime value cliente per questo tipo di prodotto è tale da giustificare un investimento iniziale maggiore per acquisire il cliente".

Conversione

L'azione che si auspica eseguano i visitatori del sito, come un acquisto su un sito di e-commerce, l'invio di un modulo, una chiamata telefonica o la visualizzazione di un video. Esempio: "Il mio obiettivo principale è che gli utenti prenotino una consulenza sul mio sito web, ma considererei come conversione anche l'iscrizione alla mia newsletter via email".

Pagina dei risultati del motore di ricerca

Un elenco di risultati visualizzati da un motore di ricerca in risposta alla query di un utente. Esempio: "Quando ho cercato "vendita vernici lucide all'ingrosso", ho notato che la pagina dei risultati del motore di ricerca riportava sia risultati naturali sia inserzioni a pagamento".

SKU

Acronimo di Stock Keeping Unit, è un identificatore univoco assegnato ai singoli prodotti per monitorare l'inventario e distinguere gli articoli in vendita. Esempio: "L'utilizzo degli SKU ha aiutato la nostra azienda a tenere traccia delle scorte nelle varie sedi e a ottimizzare di conseguenza la gestione dell'inventario".

Social media

Contenuti come testi, immagini o video creati da singoli individui e condivisi su Internet. Esempio: "Poiché i social media cambiano continuamente, ho incaricato un'agenzia di aiutarmi a sviluppare una strategia di social media".

Visitatore unico

Un singolo visitatore di un sito web in uno specifico periodo di tempo. Esempio: "Non importa quante volte un certo utente visita il mio sito web, conta sempre come un visitatore unico".

Black hat

Tattiche di SEO capziose o ingannevoli che ottimizzano i risultati dei motori di ricerca per favorire una pagina anziché gli utenti. Esempio: "Sono stato particolarmente attento a evitare tecniche black hat SEO: non volevo compromettere il ranking del mio sito www.soloprodottibiologici.it nei motori di ricerca".

Feed prodotti

Un file in un determinato formato contenente un inventario aggiornato dei prodotti e relativi dettagli. Questo file può essere reso disponibile ad altri servizi allo scopo di promuovere i prodotti contenuti nel feed. Esempio: "Abbiamo caricato il feed prodotti della nostra azienda nel database di commercianti di un motore di ricerca in modo che i nostri prodotti vengano mostrati fra i risultati delle ricerche pertinenti".

Registrazione

Nel contesto dell'e-commerce, la registrazione è la possibilità di creare un account presso un commerciante online; l'account contiene informazioni personali come nome, indirizzo di fatturazione e di spedizione e dettagli sul pagamento. Un cliente registrato può accedere a un sito di e-commerce con nome utente e password per sveltire la procedura di checkout. Esempio: "Quando un cliente effettua la registrazione sul nostro sito, i suoi dati di fatturazione e spedizione vengono memorizzati per poter rendere più agevole e veloce la sua prossima sessione di shopping".

Inserzioni a pagamento

Pubblicità che viene mostrata sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Esempio: "Sto pensando di acquistare delle inserzioni a pagamento per attrarre più visitatori al mio sito web".

Segmentazione dei clienti

Suddividere i clienti in gruppi per identificare quelli di maggior valore o a maggior potenziale di acquisto. La segmentazione si basa di solito su categorie demografiche come località, età, sesso, interessi e abitudini di spesa. Esempio: "Abbiamo trovato una valida segmentazione per i clienti che ritornano spesso a fare acquisti sul sito".

ROI

Acronimo di Return On Investment, ritorno sull'investimento. Un calcolo che consente agli inserzionisti di stabilire se le loro campagne di marketing online sono redditizie. Una formula comune per calcolare il ritorno sull'investimento è la seguente: ritorno sull'investimento = (ricavo ottenuto dall'investimento – costo dell'investimento)/costo dell'investimento. Esempio: "Le vendite derivanti dalle nostre campagne di pubblicità display hanno prodotto un ritorno sull'investimento positivo questo trimestre".

Certificato SSL

Un certificato SSL è necessario per utilizzare la tecnologia SSL (Secure Sockets Layer) che cripta i dati sensibili raccolti da un sito web di e-commerce, come le informazioni personali e i numeri delle carte di credito. I commercianti possono acquistare e firmare elettronicamente un certificato SSL emesso da un'autorità di certificazione. Dopo che il certificato SSL è stato configurato nel sito web, i browser informano i consumatori che il commerciante utilizza una connessione affidabile e sicura. Esempio: "L'icona a forma di lucchetto nel nostro indirizzo web garantisce ai clienti che il nostro sito dispone di un certificato SSL che cripta e protegge le loro informazioni personali".

Indirizzo web

L'indirizzo univoco di una pagina o di un contenuto digitale su Internet. Esempio: "Puoi accedere al mio sito web digitandone l'indirizzo (URL) nel browser".

Link interno

Un link che collega una pagina a un'altra dello stesso sito web. Esempio: "I visitatori possono fare clic sui link interni riportati nella home page per vedere le pagine della sezione Galleria del sito".

HTML

Acronimo di Hypertext Markup Language, è un linguaggio utilizzato dagli sviluppatori per creare siti web. Esempio: "Il mio sito web è scritto in HTML".

Link

Un testo o un'immagine che collega una pagina o un sito web a un altro. Esempio: "Da quando un importante blog dedicato alla decorazione della casa ha inserito un link al mio sito web, ricevo molti più visitatori".

Percentuale di clic (CTR)

Il numero di volte che le persone fanno clic su un elemento di interesse (come un annuncio) rapportato al numero di volte che sono esposte a quell'elemento. Ad esempio, se un annuncio ha avuto 100 impressioni e 3 clic, la percentuale di clic o CTR è del 3%. Il CTR è un indicatore fondamentale per stabilire se un annuncio è di interesse per gli utenti del motore di ricerca: può essere infatti paragonato al rapporto tra il numero di persone che guardano la vetrina e quelle che entrano in negozio. Sebbene non vi siano linee guida specifiche, il miglioramento del CTR dovrebbe essere sempre uno degli obiettivi principali. Esempio: "Il CTR è migliorato parecchio quando ho aggiunto informazioni sui prezzi nell'annuncio per le foto di nozze: evidentemente hanno indotto le persone a fare clic sull'annuncio".

Norme sui resi

Una dichiarazione che spiega quando, come e a quali condizioni un cliente può restituire un prodotto acquistato presso il commerciante. Esempio: "Le nostre norme sui resi, reperibili al link riportato in calce al sito web, stabiliscono che i mobili su misura non possono essere restituiti, a meno che non siano difettosi".

Pagina di destinazione

La prima pagina di un sito web che una persona vede di solito. Non si tratta necessariamente della home page di quel sito. Esempio: "Le persone che fanno clic sul mio annuncio vengono indirizzate a una pagina di destinazione contenente un coupon che dà diritto a uno sconto, in modo da incoraggiarle ad acquistare".

Parola chiave

Il termine specifico cercato dall'utente prima di giungere a un sito web. Esempio: "Le parole chiave "lussuoso rifugio romantico" sono estremamente efficaci per il mio sito".

Testo alternativo

Testo alternativo utilizzato nel codice di una pagina per descrivere un'immagine. Se un'immagine è danneggiata e non può essere caricata dalla pagina, viene visualizzata una casella vuota contenente il testo alternaativo nel punto in cui dovrebbe apparire l'immagine. Il testo alternaativo è anche utilizzato dagli screen reader per migliorare l'accessibilità per le persone ipovedenti; in questo caso viene letto il testo alternativo che descrive l'immagine. Esempio: "L'home page del mio sito web www.ortodigianni.it mostra un'immagine di frutta e verdura fresca. Per descriverla, ho incluso nel codice dell'immagine questo testo alternativo: Frutta e verdura fresca coltivata nell'orto di Gianni".

Punteggio di qualità

Un valore da 1 a 10 che indica quanto sono pertinenti annunci e pagine di destinazione alle parole chiave per i quali l'inserzionista fa un'offerta. Migliorare il punteggio di qualità aiuta a ottenere posizioni migliori per gli annunci e prezzi per clic inferiori.

Spedizione

L'invio fisico al cliente dei prodotti acquistati; spesso comporta costi aggiuntivi addebitati dal commerciante online al consumatore. Il termine può a volte riferirsi a tali costi. Esempio: "Durante la procedura di checkout, i costi di spedizione saranno calcolati in base al peso complessivo dei mobili acquistati".

Elemento TITLE

L'elemento di codice HTML in cui è specificato il titolo di una pagina. È sovente utilizzato anche come titolo della pagina dei risultati del motore di ricerca. Esempio: "Scelgo attentamente l'elemento TITLE delle pagine web per aiutare i motori di ricerca a determinare il contenuto della pagina".

Bot

Un programma concepito per scandagliare i contenuti su Internet e raccogliere informazioni per aiutare gli utenti a trovare ciò che cercano. Esempio: "Quando ho lanciato il mio sito web, mi sono accertato che le pagine fossero visibili ai bot dei motori di ricerca, in modo che potessero indicizzarle".

Vlog

La versione video di un blog, i cui aggiornamenti sono nuovi video anziché post scritti.

Web spam

Tecniche volte a fuorviare i motori di ricerca al fine di raggiungere le posizioni più alte nei risultati di ricerca; possono consistere, ad esempio, nella ripetizione di parole chiave, nel pagare altri siti affinché includano link al sito che si vuole promuovere o nell'inserimento nelle pagine di testo non visibile sullo schermo. Tali prassi sono considerate scorrette perché impediscono ai siti davvero pertinenti di emergere adeguatamente. Esempio: "Mi è stata offerta l'opportunità di ottenere le prime posizioni nei risultati di ricerca di Google, ma l'ho rifiutata perché le tecniche proposte erano di web spam".

CGU

Contenuti creati dagli utenti (acronimo) di una piattaforma, come video, commenti o post. Esempio: "La maggior parte dei social network si basa su contenuti generati dagli utenti, che vengono pubblicati e condivisi".

Analisi

L'analisi dei dati generati dalle attività delle persone sui siti web o sulle app per dispositivi mobili allo scopo di individuare nuovi modi per migliorare i siti stessi e le campagne di marketing. Esempio: "Utilizzo uno strumento di analisi dei dati web per capire come migliorare certe pagine in modo da aumentare il coinvolgimento dei clienti sul mio sito".

Rete pubblicitaria

Una piattaforma che mette in contatto gli inserzionisti con i publisher disposti a ospitare i loro annunci. L'inserzionista paga la rete ogni volta che si verifica un evento concordato, come l'impressione di un annuncio, un clic o una vendita. La rete condivide poi con il publisher le entrate generate dall'inserzionista dopo aver detratto le tariffe applicabili. Esempio: "Abbiamo scelto una rete pubblicitaria per le nostre campagne display, in modo da poter pubblicare rapidamente i nostri annunci su numerosi siti web".

Sitemap XML

Un elenco delle pagine di un sito web che aiuta i motori di ricerca a comprendere la struttura di quest'ultimo. Esempio: "L'aggiunta di una sitemap ha aiutato i motori di ricerca a comprendere la struttura delle pagine del mio sito".

Marketing per i motori ricerca

Una forma di pubblicità che consente a un inserzionista di fare offerte affinché il suo annuncio venga pubblicato assieme ai risultati della ricerca associati a determinate parole chiave. Ciò offre alle aziende la possibilità di essere notate dalle persone nel momento stesso in cui queste cercano i prodotti o servizi che le aziende offrono. Esempio: "L'ottimizzazione per i motori di ricerca è un processo lungo, ma il marketing per i motori di ricerca mi ha aiutato a incrementare il traffico del sito web molto rapidamente".

App

Un programma concepito per essere eseguito su smartphone, tablet e altri dispositivi mobili. Esempio: "Devo ridecorare la casa e ho utilizzato un'app locale per trovare una ditta nelle vicinanze".

Costo per clic

L'importo necessario per produrre un singolo clic su una pubblicità digitale. Esempio: "Il costo per clic sembra essere più alto nel weekend, quindi ho deciso di pubblicare le campagne durante la settimana".

Software per la gestione delle offerte

Software che può essere utilizzato per gestire automaticamente una campagna sulla rete di ricerca, di solito con regole preimpostate.

Spider

Un programma concepito per scandagliare sistematicamente i contenuti su Internet e raccogliere informazioni per aiutare gli utenti a trovare ciò che cercano. Esempio: "Gli spider aiutano il mio sito web a comparire nei motori di ricerca".

Meta descrizione

La descrizione di una pagina web inclusa nel codice della pagina. Può anche essere utilizzata come parte della descrizione nella pagina dei risultati del motore di ricerca. Esempio: "Includo la meta descrizione in ciascuna pagina del mio sito web in caso il motore di ricerca mostri la pagina nei risultati di ricerca".

Computer tradizionale

Un computer non portatile. Esempio: "A casa preferisco utilizzare un computer tradizionale, ma quando viaggio utilizzo un laptop".

Clic

Quando una persona raggiunge un sito facendo clic su un annuncio. Nella maggior parte delle campagne SEM, l'inserzionista paga solo quando un utente fa clic sull'annuncio. Esempio: "I miei annunci Foto di compleanno ottengono molti più clic di quelli Foto della comunione".

Query

La parola chiave o la frase che gli utenti inseriscono in un motore di ricerca per trovare ciò che cercano. Esempio: "Gli utenti che utilizzano la query "acconciature" potrebbero cercare un parrucchiere oppure suggerimenti su come realizzare un'acconciatura da sé".

Ranking dell'annuncio

Il "punteggio" complessivo attribuito a un annuncio dai motori di ricerca che determina in quale posizione sarà collocato l'annuncio nella pagina dei risultati di ricerca. Quanto maggiore è il ranking, tanto superiore sarà la posizione nella pagina dei risultati di ricerca. La formula per calcolare il ranking degli annunci varia leggermente da un motore di ricerca all'altro, ma in generale equivale a: CPC massimo x punteggio di qualità. Ad esempio, un annuncio con CPC massimo di € 2 e punteggio di qualità di 6/10 avrà un ranking di 12. Se si tratta del ranking più alto fra tutti gli annunci, questo annuncio otterrà la posizione migliore nella pagina dei risultati di ricerca. Esempio: "Migliorando la pertinenza degli annunci e incrementando le offerte ho ottenuto un ranking dell'annuncio superiore".

Annuncio banner

Una forma di annuncio pubblicitario per le pagine web e le app per dispositivi mobili disponibile in vari formati (immagini, GIF animate e rich media). Esempio: "Utilizzo annunci banner per attrarre nuovi clienti al mio sito web".

CTR

Il numero di volte che le persone fanno clic su un elemento che li interessa, come un annuncio, rapportato al numero di volte che gli utenti sono esposti a tale elemento. Esempio: "La percentuale di clic dei miei annunci sui servizi di decorazione degli esterni è il 2%, mentre quella degli annunci per la decorazione di interni è inferiore all'1%".

Annuncio

Un risultato sponsorizzato che appare nella pagina dei risultati di un motore di ricerca. Gli annunci sono di solito costituiti da alcune righe di testo e a volte includono elementi quali indirizzo, numeri di telefono o recensioni. Esempio: "L'annuncio Romantiche foto di nozze mi ha già procurato parecchi nuovi clienti".

Reindirizzamento

Inoltro automatico a un URL diverso da quello inserito dall'utente. Esempio: "Quando abbiamo trasferito il sito web a un nuovo dominio, abbiamo implementato dei reindirizzamenti".

Motore di ricerca

Uno strumento che indicizza e restituisce contenuti digitali pertinenti alle parole chiave inserite da un utente. I motori di ricerca Internet più utilizzati sono Google, Bing, Yahoo, DuckDuckGo, Baidu, Yandex e altri. Esempio: "Utilizzo i motori di ricerca per informarmi sulle ultime tendenze nella decorazione della casa".

Categoria

Nell'e-commerce, i prodotti sono spesso organizzati in una gerarchia di categorie e sottocategorie. Esempio: "Il nostro negozio di e-commerce specializzato in arredamenti su misura è organizzato in categorie, come camere da letto, soggiorni e uffici, e sottocategorie che includono, ad esempio, il tipo di finitura del legno".

Norme sulla privacy

Una dichiarazione che spiega quali informazioni sui clienti un commerciante online raccoglie e come può utilizzarle. Esempio: "Le norme sulla privacy della nostra azienda assicurano ai clienti che raccogliamo solo informazioni indispensabili su di loro e che non vendiamo mai indirizzi email a terzi".

Piattaforma di e-commerce

Un programma o un'applicazione software che consente alle aziende di vendere online. Le piattaforme di e-commerce possono differire in alcuni dettagli e funzionalità, ma in genere includono informazioni sui prodotti, funzioni di gestione degli account dei clienti, un carrello acquisti e una procedura di checkout, funzionalità di ricerca dei prodotti e di gestione degli ordini e altro. Esempio: "Una piattaforma di e-commerce fornisce a un'attività online tutte le funzionalità necessarie per esporre i prodotti, gestire gli account dei clienti e consentire il checkout".

Showrooming

Quando un cliente vede un prodotto in un negozio fisico e poi lo acquista online. Esempio: "I rivenditori online di prodotti di elettronica si stanno affermando sempre di più, ma lo showrooming è sempre importante: i clienti vanno ancora in negozio per vedere fisicamente i prodotti prima di acquistarli".

Risultati naturali

Risultati forniti da un motore di ricerca che non sono annunci a pagamento. Esempio: "Quanto superiore è il ranking di un sito web nei risultati naturali di un motore di ricerca, tanto maggiore sarà il traffico che il sito riceve".

SEO

Acronimo di Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca. La prassi di apportare modifiche a pagine web e contenuti, nonché la promozione di quei contenuti per migliorarne la visibilità nei risultati di ricerca organici (non a pagamento). Esempio: "Investire nella SEO ha contribuito a migliorare il ranking del mio sito web nei risultati dei motori di ricerca".

M-commerce

Gli acquisti effettuati su uno smartphone o un tablet o che sono indotti da ricerche effettuate sui dispositivi mobili. Esempio: "Il fatto che un maggior numero di persone faccia acquisti utilizzando lo smartphone o il tablet ha reso le nostre attività di m-commerce più importanti che mai".

SEM

Acronimo di Search Engine Marketing, marketing per i motori di ricerca. Una forma di pubblicità che consente a un inserzionista di fare offerte affinché il suo annuncio venga pubblicato assieme ai risultati della ricerca associati a determinate parole chiave. Ciò offre alle aziende la possibilità di essere notate dalle persone nel momento stesso in cui queste cercano i prodotti o servizi che le aziende offrono. Esempio: "L'ottimizzazione per i motori di ricerca è un processo lungo, ma il SEM mi ha aiutato a incrementare il traffico del sito web molto rapidamente".

Visita

Una serie di interazioni che hanno luogo su un sito web in un determinato arco di tempo. Una singola sessione può comprendere, ad esempio, diverse visualizzazioni di pagine e transazioni di e-commerce. Esempio: "Il mio sito web ha avuto 2000 visite lo scorso mese, ma ciò che mi interessa realmente è se quelle visite si sono tradotte in vendite".

Targeting geografico

Il targeting geografico consente di mostrare gli annunci soltanto a persone di una determinata area geografica. Esempio: "Abbiamo modificato il targeting geografico in modo da mostrare gli annunci soltanto alle persone che si trovano in un raggio di 80 km dalla nostra sede ".

Spedizione diretta

Un metodo di evasione degli ordini grazie al quale il commerciante online non deve mantenere scorte fisiche dei prodotti e spedirle dalla sua sede, ma può far spedire gli articoli ordinati da un altro fornitore o sede. Esempio: "Il negozio di arredamento online non tiene a magazzino i mobili su misura che vende, ma li fa spedire direttamente dalle falegnamerie artigiane che li realizzano".

Posizione media dell'annuncio

La posizione di un annuncio nella pagina dei risultati di ricerca. Nel contesto dei motori di ricerca, solitamente la posizione migliore è detta "Posizione 1". Se un annuncio compare metà delle volte in Posizione 1 e metà delle volte in Posizione 2, la sua posizione media sarà 1,5. Esempio: "La posizione media del mio annuncio per fotoritratti di bambini è passata da 7 a 3: sono entusiasta!"

Ottimizzazione per i motori di ricerca

La prassi di apportare modifiche a pagine web e contenuti, nonché la promozione di quei contenuti per migliorarne la visibilità nei risultati di ricerca organici (non a pagamento). Esempio: "Investire nell'ottimizzazione per i motori di ricerca ha contribuito a migliorare il ranking del mio sito web nei risultati dei motori di ricerca".

Realtà virtuale

Simulazione generata dal computer di un ambiente tridimensionale con il quale si può interagire mediante cuffie, sensori o joystick.

Codice sconto

Un particolare codice che una persona può utilizzare durante una procedura di checkout per ottenere uno sconto. I commercianti online offrono codici sconto per persuadere nuovi consumatori a completare un acquisto sul loro sito web oppure per invogliare i clienti di ritorno ad effettuare un altro acquisto. Esempio: "Le attività che offrono codici sconto spesso riescono a incrementare gli acquisti da parte degli acquirenti in cerca di un buon affare".

Sitemap

Un elenco delle pagine di un sito web che aiuta i motori di ricerca a comprendere la struttura di quest'ultimo. Esempio: "L'aggiunta di una sitemap ha aiutato i motori di ricerca a comprendere la struttura delle pagine del mio sito".

Browser

Il programma utilizzato dai visitatori per navigare su Internet. Esempi di browser sono Chrome, Firefox, Internet Explorer e Safari. Esempio: "Posso utilizzare gli strumenti di analisi dei dati web per scoprire quante persone accedono al mio sito con i browser Chrome o Firefox".

Impressioni

Il numero di volte in cui un annuncio viene pubblicato. Esempio: "La mia nuova campagna di marketing per i biscotti per cani cotti in forno ha avuto migliaia di impressioni, ma non sono certa di averne venduto qualcuno".

Costo per conversione

Sovente denominato "costo per acquisizione" (CPA), è il rapporto tra l'importo speso per la pubblicità e il numero di conversioni ottenute dall'annuncio. Ad esempio, se spendi € 100 e ottieni 4 conversioni, il tuo costo per conversione è € 25. Il costo per conversione deve essere inferiore al valore di una conversione: ad esempio, se una conversione vale solo € 20, un costo per conversione di € 25 è antieconomico. Esempio: "Il mio costo per conversione era troppo alto, quindi ho ridotto la spesa per la pubblicità online e ho cercato di migliorare gli annunci per le campagne future".

Social network

Una community di persone che creano e condividono contenuti. Esempio: "I social network potrebbero essere una buona vetrina per pubblicizzare i miei trompe l'oeuil e magari trovare nuovi clienti".

Impressione

Il numero di volte che una pubblicità viene mostrata; non implica necessariamente che un utente abbia fatto clic sull'annuncio. Esempio: "Ottengo numerose impressioni dell'annuncio Foto di neonati, ma non molte persone fanno clic su di esso: magari dovrei riscriverlo".

Imposte

Nel contesto dell'e-commerce, si riferisce alle tasse che devono essere addebitate al cliente in un ordine online in conformità alle normative locali. Esempio: "Le imposte da applicare alle vendite online sono costantemente materia di discussione fra i paesi di entrambe le sponde dell'Atlantico".

Ottimizzazione delle conversioni

Il processo inteso a migliorare la strategia digitale al fine di aumentare la percentuale di visitatori che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi. Esempio: "Dopo che avrò aggiunto una sezione sullo stucco veneziano al mio sito web, mi dedicherò all'ottimizzazione delle conversioni".

Marketing via email

La pratica di utilizzare messaggi email per diffondere informazioni e promuovere prodotti e servizi.

Spam

Tecniche volte a fuorviare i motori di ricerca al fine di raggiungere le posizioni più alte nei risultati di ricerca; possono consistere, ad esempio, nella ripetizione di parole chiave, nel pagare altri siti affinché includano link al sito che si vuole promuovere o nell'inserimento nelle pagine di testo non visibile sullo schermo. Tali prassi sono considerate scorrette perché impediscono ai siti davvero pertinenti di emergere adeguatamente. Esempio: "Mi è stata offerta l'opportunità di ottenere le prime posizioni nei risultati di ricerca di Google, ma l'ho rifiutata perché le tecniche proposte erano di web spam".

White hat

Tattiche volte a ottimizzare le pagine web a favore degli utenti. Esempio: "Utilizzo solo tattiche white hat per aiutare i motori di ricerca a trovare il mio sito".

Blog

Un sito web aggiornato regolarmente con post scritti da una persona o da un'attività; caratterizzati da uno stile colloquiale, i post sono di solito incentrati su un argomento specifico.

Meta parole chiave

Un breve elenco di parole che descrivono succintamente il contenuto di una pagina. Non è utilizzato da alcun motore di ricerca. Esempio: "Non includo le meta parole chiave nelle mie pagine, poiché si tratta di informazioni che i motori di ricerca non utilizzano".

Strumenti di analisi dei dati web

L'analisi dei dati generati dalle attività delle persone sui siti web o sulle app per dispositivi mobili allo scopo di individuare nuovi modi per migliorare i siti stessi e le campagne di marketing. Esempio: "Utilizzo uno strumento di analisi dei dati web per capire come migliorare certe pagine in modo da aumentare il coinvolgimento dei clienti sul mio sito".

URL di visualizzazione

L'URL che viene mostrato nell'annuncio; sovente si tratta di una versione abbreviata dell'URL di destinazione effettivo. Esempio: "Per non mostrare agli utenti un URL molto lungo, come http://www.soloprodottibiologici.it/prodotti/offertespeciali/pomodorinisardi.it, utilizzo un servizio di abbreviazione degli URL come https://goo.gl/, che mi consente di creare un URL breve e facile da memorizzare da utilizzare negli aggiornamenti dei social media".

Checkout

La procedura attraverso cui i visitatori del sito web forniscono le informazioni necessarie a completare una transazione di e-commerce. I singoli passaggi possono variare, ma di solito includono dati di pagamento e fatturazione, indirizzo di consegna, verifica dell'ordine e conferma dell'ordine. Esempio: "Le best practice di e-commerce richiedono una procedura di checkout fluida e intuitiva".

PPC

Una forma di pubblicità in cui gli inserzionisti pagano ogni volta che un utente fa clic sul loro annuncio. Esempio: "Ho deciso di ricorrere ad annunci pay-per-click per pubblicizzare i miei lavori di stucco veneziano".

Merchandising

Nel contesto dell'e- commerce, con questo termine ci si riferisce alla collocazione e alla presentazione dei prodotti in vendita per invogliare i clienti ad acquistarli. Include, ad esempio, elenchi di prodotti "in evidenza", promozioni speciali e segnalazioni dei prodotti più venduti o correlati. Esempio: "Attraverso il merchandising, una vetrina online può promuovere i prodotti in modo analogo a un negozio fisico, mettendoli in evidenza sulla home page".

Sessione

Una serie di interazioni che hanno luogo su un sito web in un determinato arco di tempo. Una singola sessione può comprendere, ad esempio, diverse visualizzazioni di pagine e transazioni di e-commerce. Esempio: "Il mio sito web ha avuto 2000 visite lo scorso mese, ma ciò che mi interessa realmente è se quelle visite si sono tradotte in vendite".

Tasso di conversione

Il rapporto tra visite e conversioni, sovente utilizzato per misurare il rendimento delle iniziative digitali. Esempio: "Non so perché, ma il tasso di conversione dei visitatori maschi per la decorazione degli esterni è molto basso".

Valore medio degli ordini

L'importo medio speso dai clienti per ciascun ordine. Spesso utilizzato come metrica del rendimento. Esempio: "Per chi ha un'attività, il valore medio degli ordini è una metrica preziosa per controllare la crescita annuale delle entrate".

Algoritmo

Un insieme di regole utilizzate dai computer per risolvere problemi. I motori di ricerca utilizzano gli algoritmi per determinare il ranking di una pagina per una query di ricerca. Esempio: "Spero che gli algoritmi del motore di ricerca abbinino le mie pagine web al pubblico che voglio raggiungere".

E-commerce

La vendita di prodotti e servizi online.

Avatar

Un'immagine utilizzata per rappresentare una persona, un'attività o un'organizzazione sui social media. Esempio: "Quando faccio clic sul mio avatar viene aperto il mio profilo".

Obiettivo

L'azione che si auspica eseguano i visitatori del sito, come un acquisto su un sito di e-commerce, l'invio di un modulo, una chiamata telefonica o la visualizzazione di un video. Esempio: "Il mio obiettivo principale è che gli utenti prenotino una consulenza sul mio sito web, ma considererei come conversione anche l'iscrizione alla mia newsletter via email".

Termine di ricerca

La parola chiave o la frase che gli utenti inseriscono in un motore di ricerca per trovare ciò che cercano. Esempio: "Gli utenti che utilizzano il termine di ricerca "acconciature" potrebbero cercare un parrucchiere oppure suggerimenti su come realizzare un'acconciatura da sé".

Testo di ancoraggio

La parte visibile, su cui è possibile fare clic, di un link su una pagina web. Esempio: "Inserisci un link con testo di ancoraggio "Galleria fotografica di prodotti biologici " per indirizzare gli utenti a una pagina di frutta e verdura prodotta dalla tua azienda".

Home page

La pagina introduttiva o principale di un sito web. Esempio: "Sulla mia home page i visitatori possono vedere esempi dei miei migliori lavori di decorazione".

SERP

Acronimo di Search Engine Results Page, pagina dei risultati del motore di ricerca. Un elenco di risultati visualizzati da un motore di ricerca in risposta alla query di un utente. Esempio: "Quando ho cercato "'vendita vernici lucide all'ingrosso", ho notato che la SERP riportava sia risultati naturali sia inserzioni a pagamento".

Chatbot

Un programma software che simula una conversazione umana su Internet. Esempio: "Abbiamo creato un chatbot per rispondere alle domande più comuni degli utenti e aiutare il servizio clienti".

Inserzioni organiche

Risultati forniti da un motore di ricerca che non sono annunci a pagamento. Esempio: "Quanto superiore è il ranking di un sito web nei risultati naturali di un motore di ricerca, tanto maggiore sarà il traffico che il sito riceve".

Link building

Prassi volta a favorire la diffusione di link pertinenti e di alta qualità a un sito web mediante la creazione di contenuti originali e interessanti che possano naturalmente acquistare popolarità presso la community di Internet. Esempio: "Poiché i nostri contenuti sono interessanti, è probabile che altri siti web riportino link alle nostre pagine, sostenendo così le nostre iniziative di link building finalizzate a migliorare il nostro posizionamento sui motori di ricerca".

Evasione dell'ordine

La procedura consistente nel completamento di una transazione online e nella consegna al cliente dei prodotti o servizi acquistati. Esempio: "Ogni commerciante online deve identificare il metodo di evasione degli ordini più conveniente".

Content marketing

Creare contenuti online come blog, video o infografica per attrarre e coinvolgere un pubblico specifico.

{[ ((lesson.showTranscript) ? 'Nascondi' : 'Mostra trascrizione') ]}

Nozioni chiave

Una volta mossi i primi passi nell'e-commerce, il compito successivo sarà quello di migliorare l'esperienza di acquisto. Sono tanti i modi per migliorare il tuo sito web agli occhi degli acquirenti, convincendo, ad esempio, sempre più persone a usare il carrello degli acquisti o facilitando la procedura di pagamento. In questo video scoprirai come utilizzare l'analisi dei dati per ottimizzare:
  • il sito per i diversi dispositivi mobili
  • la navigazione e la ricerca
  • le pagine prodotto
  • il pagamento mediante l'uso di un account cliente.